MANGIARE LA PIZZA A ROMA

Croccante, sottile, sfogliata ma soprattutto unta: sono queste le caratteristiche imprescindibili che deve avere la pizza romana. In particolare, ci riferiamo a quella al taglio, quella che trovi all'improvviso camminando, quella che ordini al banco e di cui puoi scegliere quanti gusti vuoi nelle quantità che preferisci.

La pizza al taglio a Roma è una religione ed è insieme al supplì lo street food d'eccellenza per accontentare tutti, adulti e bambini, vegetariani e non. È buona per colazione, per merenda o da consumare a pranzo o a cena (si, abbiamo detto colazione, chiedete ad un romano doc quanto è buona la pizza bianca unta, appena sfornata, intinta nel caffè latte). Si adatta a ogni orario e situazione, si può mangiare ovunque: per strada mentre si cammina o arrampicati lungo gli sgabelli altissimi che caratterizzano queste colorate pizzerie. Il tempo ha trasformato questo prodotto in un vero e proprio punto di riferimento gastronomico, un cibo identitario della città. Ogni quartiere gode della sua pizzeria di riferimento, ogni romano sceglie quale sarà la sua pizzeria del cuore da tramandare a figli e nipoti, tuttavia possiamo comunque consigliarvi qualche posticino che vale la pena provare. 

Da qualche anno a questa parte, la pizza al taglio ha iniziato ad avere i riflettori addosso, una vera celebrità capitolina approdata anche in tv. La risposta è facile, si svela nella sua evoluzione. I pizzaioli si sono trasformati in veri e propri maestri dell’impasto che lavorano e studiano i tempi di lievitazione, scelgono materie prime di alta qualità e alta resa e ricercano le farine migliori per le varie tipologie di impasto.

Ma venendo a noi, vediamo dove possiamo andare a mangiare una “super” pizza al taglio romana. 

La prima che vi suggeriamo si trova ad un passo da San Pietro, facilmente raggiungibile grazie alla fermata della metro Cipro. Stiamo parlando di Pizzarium Bonci, dove l’impasto è eccezionale e la lievitazione perfetta. Bonci con i suoi impasti in continuo divenire e gli abbinamenti assurdi tra materie prime ricercatissime ha reso questo luogo storico una meta di pellegrinaggio per gli amanti della pizza in teglia.

Proseguiamo spostandoci verso una zona più centrale, ci troviamo proprio dietro Campo de’ Fiori e taaac, eccolo lì: Antico Forno Roscioli. Ragazzi che dire, se non avete mai provato la loro pizza marinara dovete assolutamente rimediare. Impasto sottile, unta al punto giusto, cosparsa di salsa di pomodoro che esplode ad ogni singolo morso. L’esaltazione della semplicità. Il momento migliore per mangiarla? La merenda delle 11 di mattina!

Allontaniamoci un po’ e dirigiamoci verso Re di Roma. Il posto magico che sforna piacere su teglia si chiama La Casa del Supplì, dal 1979 punto di riferimento indiscusso per la pizza al taglio nel quartiere Appio-Latino. Qua la regina è La Margherita, croccante sotto e ben condita sopra, la consistenza è perfetta: morbida al punto giusto.

Un’altra pizza assolutamente da non perdere si trova in Via Nomentana, in un locale storico precursore della new wave romana della pizza al taglio. Angelo & Simonetta vi aspetta con un prodotto che gode di un impasto fuori dal comune, alta idratazione e lunga maturazione. Condimenti che spaziano dai classici fino ad arrivare ad alcuni più elaborati, questa pizzeria è il punto di riferimento indiscusso della pizza al taglio per chi vive in zona Nomentana. 

Ora invece, ci troviamo al quartiere Centocelle, già rinomato per posti come il Veneziano o Legs gode di una perla nascosta: Pommidoro. Una pizzeria che emerge grazie ai prodotti di ottima qualità che offre. La base leggermente è più alta della classica e sottile teglia romana, ma quello che colpisce è la sua alveolatura, che rende questo prodotto soffice ma croccante al punto giusto. Tenete d’occhio i condimenti, cambiano seguendo la stagionalità delle materie prime!

Bianca, rossa o con ingredienti non convenzionali la pizza al taglio rimane comunque qualcosa di sacro a Roma. Va rispettata, capita e soprattutto mangiata con gusto. GOD BLESS PIZZA.