OUTSIDEAT THE BLOG

Supplì: il re dello street food romano

La storia, la ricetta e i gusti del supplì

Guai ad inserirlo tra gli antipasti o come “spezza fame” prima della pizza! 
Il supplì è il vero re indiscusso dello street food (fritto) romano e oggi vogliamo svelarvi qualche curiosità su di lui…attenzione, acquolina in bocca in agguato a fine lettura!

Innanzitutto, quello che non tutti sanno è che il nome supplì deriva dal francese “surprise” e le sue origini risalgono ai primi anni dell’800, quando un soldato francese passeggiando per le vie di Roma, si trovò a degustare questa polpetta di riso fritta, rimanendo piacevolmente sorpreso dall’interno morbido e filante della mozzarella. Il termine francese surprise fu quindi italianizzato in supplì.

L’origine della sua vendita si ha proprio per strada, durante le feste di quartiere, alle fiere e ad ogni angolo della città. Insomma, ogni scusa era buona per proporre i supplì in ogni orario della giornata! Nel 1874 da semplice cibo di strada, diventa per la prima volta parte integrante del menù di un ristorante, la Trattoria della Lepre in via dei Condotti. 

La ricetta originale, risalente ai primi del ‘900, prevedeva, oltre alla mozzarella e al sugo di pomodoro, i ritagli di pollo, che a Roma vengono chiamati regaglie e i funghi. Dagli anni ‘50 in poi questo ripieno fu sostituito dal ragù di manzo o di maiale, che gli conferisce un gusto più delicato.

Una caratteristica immancabile del supplì romano è che deve essere rigorosamente “al telefono”. Questo significa che, una volta diviso in due, la mozzarella filante deve unire le due metà come se fosse un filo del telefono con due cornette. Una vera e propria goduria alla quale sarà impossibile resistere!

Visto che la fame vien leggendo…noi di Insideat vogliamo svelarvi che a Roma di supplì se ne trovano veramente tante varietà! Ce n’è per tutti i gusti: dalle più classiche alle più innovative come ad esempio quella con burro e acciughe, passando poi per le rivisitazioni dei piatti iconici della cucina romana come cacio e pepe o carbonara. 

Una cosa è certa: che sia tradizionale o innovativo, per una merenda, per un pranzo al volo o per un aperitivo, il supplì accontenta sempre tutti i palati.

Se non lo avete mai mangiato, cosa aspettate? 
Correte a provare il supplì: il re dello street food romano per eccellenza nel nostro goloso Food Tour. Vi  guideremo in giro tra i vicoli di Trastevere alla scoperta dell’autentico street food romano e all’assaggio del supplì e di tante altre specialità tipiche.

Alla prossima specialità, cari Insideaters!

Seguiteci su Instagram con @Insideat_ e taggateci nelle vostre storie o nei vostri post con un goloso supplì al telefono in mano. 

Share this article:

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on linkedin
LinkedIn